Palermo, Trapani e Marsala: questi sono i porti di imbarco per le tue prossime vacanze
Vacanze in barca a vela in sicilia, imbarchi individuali e cabin charter per le isole Egadi e per le isole Eolie. La sicilia in barca a vela come non la hai mai vista. sail whit us
Vacanze in barca a vela, vacanze in barca con skipper, crociere in barca a vela, turismo in barca a vela, viaggi in barca a vela, esperienze in barca a vela, barca a vela, noleggio barca a vela, escursioni barca a vela sicilia, uscita giornaliera in barca a vela alle egadi
8797
page-template-default,page,page-id-8797,page-child,parent-pageid-8878,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-3.4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

I porti

Marsala

 

E’ la più grande città della provincia di Trapani e sorge su Capo Boeo, punta occidentale della Trinacria. Scenario di guerre puniche, poi governata da Cicerone e conquistata dagli arabi (che le hanno dato il nome), Marsala racchiude nel suo cuore tutte le commistioni culturali che l’hanno plasmata nel suo cuore: il centro storico, oggi interamente pedonalizzato. Se avete poche ore a disposizione, merita una visita l’Area Archeologica di Capo Boeo: vi darà l’idea delle influenze che ha subito la città, a partire dall’antica Roma e i suoi mosaici.

Marsala è anche città del vino. Negli storici stabilimenti vinicoli delle Cantine Florio il tempo si è fermato ai primi dell’Ottocento, nelle più moderne Cantine Pellegrino i due silos sono stati trasformati in open space con vista panoramica.

 

Palermo

 

Dal greco Panomus, città a tutto porto, è una metropoli dal fascino indescrivibile e ricca di bellezze architettoniche stratificate nei secoli. In un breve soggiorno è d’obbligo la visita a Palazzo dei Normanni, a lungo residenza dei sovrani della città; al suo interno è nascosta la Cappella Palatina, un gioiello dell’arte bizantina dove il tempo incontra l’eternità.

Tutta la città, godibilissima a piedi, è un tripudio di epoche architettoniche differenti, che si guardano  regalando al visitatore un museo a cielo aperto. Il barocco palermitano viene esaltato dal candore splendente degli stucchi di Serpotta, straordinario ma poco noto scultore del Seicento: l’Oratorio di Santa Cita, la Chiesa di San Lorenzo e San Domenico custodiscono i suoi capolavori.

 

Trapani

 

Situata all’estremo occidente della Sicilia e nota soprattutto per le sue saline. Lungo la strada provinciale che collega Trapani a Marsala, sottili strisce di terra separano grandi vasche d’acqua, formando una immensa scacchiera irregolare e multicolore, interrotta da mulini a vento e dai caratteristici cumuli di sale, ricoperti da tegole rosse.

La città delle cento chiese è cresciuta intorno a un caratteristico centro storico con strade e vicoli lastricati che rimandano al suo periodo arabo. Oltre ai monumenti religiosi risalenti soprattutto al barocco, una visita la merita il complesso dell’Annunziata, struttura costruita dai Carmelitani in periodo gotico. All’interno vi trova sede il Museo Pepoli che ricostruisce il periodo d’oro della città legato alla produzione di corallo.